Funivia Merano 2000

luogo

Merano

committente

Merano 2000
Funivie SpA

progettazione

Roland Baldi Architects

collaboratori

Karin Kretschmer
Harald Kofler
Johannes Niederstätter

concorso

2009

ultimazione

2010

foto

Oskar Da Riz
Frieder Blickle

premi

2014
Iconic Award Winner
Premio Architettura
Città di Oderzo, menzione

2013
Premio d’Architettura Alto Adige

1° premio categoria turismo
ISR Architektur Award, shortlist

Con le sue stazioni di partenza, intermedia e di arrivo, la nuova funivia connette la valle con il comprensorio sciistico di Merano 2000, sostituendo l’impianto precedente ormai invecchiato con uno attuale dal punto di vista tecnologico e del linguaggio architettonico. Il cubo rosso intenso della stazione a monte è ben visibile già dalla città di Merano; una volta arrivati in cima, dalla piattaforma di arrivo e dal ristorante panoramico si aprono viste fantastiche sul fondovalle meranese e sul paesaggio dell’alta montagna.
La connessione spaziale fra monti e valle si ritrova nel linguaggio delle forme e dei colori: sia la stazione a valle sia quella a monte sono costituite ciascuna da diversi volumi, che accolgono le differenti funzioni di un impianto funiviario. Ai corpi di fabbrica in calcestruzzo faccia a vista si contrappongono le zone d’accesso vetrate e i volumi dalla pelle in lamiera stirata rossa che racchiudono gli impianti funiviari.
I volumi che emergono fungono da landmark: il rosso intenso della pelle di rivestimento costituisce l’elemento identificativo dell’azienda e la loro presenza costituisce un punto di riferimento per sportivi e montanari sia nella stagione estiva sia in quella invernale.